La Terapia Cognitivo-Comportamentale

La Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale (Cognitive-Behaviour Therapy, CBT) è attualmente considerata a livello internazionale uno dei più affidabili ed efficaci modelli per la comprensione ed il trattamento dei disturbi psicopatologici.

Che cos’è la psicoterapia?

La psicoterapia è un percorso di trattamento dei disturbi psicologici che si realizza in una serie di incontri con uno psicologo psicoterapeuta. Lo scopo della psicoterapia è promuovere un cambiamento e alleviare in modo stabile alcune forme di sofferenza emotiva. La psicoterapia aiuta la persona a vivere meglio.

La Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale è attualmente considerata a livello internazionale uno dei più affidabili ed efficaci modelli per la comprensione ed il trattamento dei disturbi psicopatologici.

La psicoterapia cognitiva si basa sul presupposto che vi è una stretta relazione tra pensieri, emozioni e comportamenti e che i problemi emotivi siano in gran parte il prodotto di schemi di funzionamento patogeni e credenze disfunzionali che si mantengono nel tempo.
La psicoterapia si propone di aiutare i pazienti ad individuare l’origine e le cause dei propri disturbi per meglio comprendere come si siano formati i pensieri ricorrenti e gli schemi di funzionamento problematici. L’obiettivo finale della terapia è di permettere una migliore comprensione delle proprie dinamiche interne e alleviare la sofferenza emotiva.

La CBT ha assunto il ruolo di trattamento d’elezione per i disturbi del Comportamento Alimentare, così come attestano recenti documenti diffusi dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS).

Caratteristiche distintive rispetto agli altri Interventi Psicoterapeutici

  •  Scientificamente fondata: L’intervento clinico è strettamente coerente con le conoscenze sulle strutture e sui processi mentali desunte dalla ricerca psicologica di base.
  • Orientata allo scopo: Il terapeuta lavora insieme al paziente per stabilire gli obiettivi della terapia, formulando una diagnosi e concordando con il paziente stesso un piano di trattamento che si adatti alle sue esigenze, fin dai primissimi incontri. Si preoccupa poi di verificare periodicamente i progressi in modo da controllare se gli scopi sono stati raggiunti.
  • Pratica e concreta: Lo scopo della terapia si basa sulla risoluzione dei problemi psicologici concreti.
  • Collaborativa: La CBT è una psicoterapia sostanzialmente basata sulla collaborazione reciproca. Paziente e terapeuta lavorano insieme in modo attivo per capire e sviluppare strategie che possano indirizzare il soggetto alla risoluzione dei propri problemi.
  • A breve termine: La CBT è a breve termine, ogniqualvolta sia possibile. La durata della terapia varia di solito dai quattro ai dodici mesi, a seconda del caso, con cadenza il più delle volte settimanale o bimensile.

In che cosa consiste il Percorso Psicoterapeutico

Durante il percorso il terapeuta aiuta il paziente a riconoscere i pensieri e le emozioni problematiche, si ricostruisce la storia del disturbo e si individuano i possibili traumi che hanno condotto allo sviluppo della psicopatologia. Scopo del trattamento è alleviare la sofferenza psicologica, migliorare la qualità di vita e aiutare il paziente ad essere più consapevole e in controllo delle proprie dinamiche interiori.